Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Cane simile al Terranova: quali razze di cani gli assomigliano?

Cane simile al Terranova: quali razze di cani gli assomigliano?

Quando si decide di allargare la famiglia adottando un animale, si prendono in considerazione moltissime variabili.

Ma quale razza di cane scegliere? A volte la scelta si basa su criteri di spazio, carattere, necessità ed organizzazione, ma non sono rari i casi in cui l’aspetto estetico dell’animale ha un peso maggiore rispetto a considerazioni di ordine più pratico.

Purtroppo questo criterio soddisfa solamente gli occhi del padrone, che potrebbe sottovalutare enormemente l’impegno e la cura che un animale richiede. Indipendentemente dalla specie o dalla razza infatti, prendersi cura di un essere vivente implica responsabilità che andrebbero valutate attentamente prima di procedere con l’adozione.

Se quindi è naturale lasciarsi condizionare dalla simpatia che una razza o l’altra ci ispirano a pelle, è importante prendere in considerazione tutti gli aspetti relativi alla convivenza che stiamo preparando.

Carattere, problemi di salute, cure necessarie, tempo e spazio che abbiamo a disposizione… Solo così assicureremo sia a noi che al nostro nuovo amico una convivenza serena e soddisfacente.

Terranova: il gigante buono e… delicato

Il Terranova è indubbiamente un animale affascinante. Imponente e maestoso, capace di incutere timore con il solo aspetto, il Terranova ha un carattere meraviglioso. Dolce, affettuoso, leale e non aggressivo, il suo istinto di salvataggio ne fa un animale apprezzato sia come cane da compagnia che per l’accompagnamento.

Questa razza tuttavia necessita di particolari attenzioni riguardo alla salute: la sua stessa stazza infatti impone una dieta accuratamente bilanciata soprattutto in fase di crescita. Come molte taglie grandi e grandissime, è soggetto frequentemente a displasia dell’anca o del gomito o a problemi articolari. Il suo manto, folto e spesso, deve essere curato, spazzolato e mantenuto pulito con particolare attenzione. Pur essendo robusto, il terranova è soggetto facilmente a colpi di calore.

Adottare un Terranova insomma richiede la consapevolezza e la disponibilità ad un impegno costante, che certamente darà soddisfazione ma che non può essere preso a cuor leggero.

Non da ultimo il costo: un cucciolo con pedigree può arrivare a cifre anche abbondantemente sopra ai 1000 euro. Per chi ama il cane maestoso, affidabile, ma ha meno tempo a disposizione o non se la sente di affrontare l’impegno di un Terranova, ecco alcune possibilità di mettere insieme desideri e possibilità.

Leonberger

Anch’egli di grandi dimensioni, il Leonberger è un cane di origine tedesca, nato intorno al secolo scorso. Con un aspetto maestoso e possente, tra i suoi antenati annovera sia il Terranova che il San Bernardo.

Di carattere molto simile al Terranova, è un animale affettuoso e gentile, fedele, intelligente, calmo ed equilibrato. E’ in grado di svolgere la funzione di cane da guardia, così come è spesso utilizzato come animale da salvataggio, soprattutto in acqua. Adora i bambini, per cui ha una predilezione particolare.

Forte e robusto, come tutti i cani di taglia grande e grandissima è predisposto a problematiche come la torsione dello stomaco, ma in generale è leggermente meno delicato di un Terranova. Il suo lungo manto ha colori che vanno dal biondo al fulvo, con la maschera e le punte nere.

Allegro e giocherellone, anch’esso ha bisogno di sfogarsi e muoversi, e soprattutto da cucciolo è possibile che sia un po’ vivace.

L‘addestramento non presenta problemi particolari poiché si tratta di un cane molto intelligente, ma naturalmente la stazza implica una particolare attenzione per evitare “incidenti” di percorso dati dall’irruenza.

Anche nel caso del Leonberger il prezzo di un cucciolo può essere relativamente elevato, intorno o sopra ai 1000 euro.

Landseer

Sempre molto simile, per dimensioni e carattere, ma con differenze da non sottovalutare, è il Landseer. Originario della Norvegia, in Italia è poco diffuso, e spesso quando lo si incontra viene confuso con un Terranova bicolore. Decisamente robusto, è in grado di sostenere pesanti ritmi di lavoro in condizioni climatiche davvero sfavorevoli.

Come salute quindi il Landseer “garantisce” minori problematiche, anche se naturalmente non va assolutamente sottovalutata la prevenzione ed in generale il bisogno di attenzione e cure dovuto a qualunque animale. Come carattere il Landseer è un animale affidabile ed equilibrato, ma notevolmente più riservato del Terranova.

Non bisogna quindi aspettarsi la stessa affettuosità o voglia di interagire e giocare con noi, anche se comunque non si tratta di un animale aggressivo ed in sua presenza non si ha nulla da temere.

Il Landseer ama passeggiare all’aria aperta, preferibilmente in zone boschive ed in mezzo alla natura. In Italia non è facile da trovare, ma sono comunque presenti allevamenti.

Il prezzo di un cucciolo di Landseer – a patto che non si tratti di un animale da esposizione o gare – è in media leggermente inferiore rispetto a quello di un Terranova, ed è possibile trovarne uno a poco meno di 1000 euro.