Varianti della razza canina Alano

Varianti della razza canina Alano

Il cane alano è una delle razze canine più alte del mondo. Si tratta di un animale imponente, fiero, agile e, nonostante le dimensioni, aggraziato. Pur essendo un molossoide – come si evince dalla forma del muso – ha uno slancio ed un’eleganza che lo distinguono dai molossi in generale.

Ha un buon carattere: affettuoso, legato al padrone, equilibrato, è un buon cane da compagnia ed è in grado di instaurare un rapporto meraviglioso con i suoi amici umani.

Il suo temperamento lo rende adatto anche alla convivenza con i bambini, anche se la sorveglianza di un adulto è sempre consigliata, dato che potrebbe essere irruento e finire per far loro male date le sue enormi dimensioni.

Uguali e diversi

Una delle caratteristiche dell’alano è che ne esistono moltissime varietà. La colorazione del manto infatti può variare moltissimo, dando origine ad animali diversi, pur rispettando tutti lo stesso standard.

Erroneamente si può pensare che siano razze diverse, ma non lo sono, anche se per l’accoppiamento esistono regole precise anche in merito ai colori del manto. Indipendentemente dal colore, il manto dell’alano è sempre aderente al corpo, corto e privo di sottopelo.

Varietà del manto dell’Alano

La colorazione del manto distingue principalmente queste tipologie di alani:

  • Fulvo. L’alano fulvo ha un mantello di colore variabile tra giallo-oro chiaro ed intenso. E’ ammessa la maschera nera sul muso, mentre non sono desiderabili eventuali macchie su petto e piedi. E’ importante che la colorazione non tenda mai al grigio.
  • Tigrato. Il fondo della colorazione è quella dell’alano fulvo, ma presenta striature nere piuttosto regolari, che si sviluppano seguendo la linea delle costole. Anche in questo caso eventuali macchie su piedi e petto sono sfavorite, mentre è ammessa la maschera nera sul muso.
  • Nero. La colorazione è nera lucida, e possono considerarsi facenti parte di questa varietà gli animali con il manto tigrato, purché il colore nero sia una specie di mantello sul tronco, con ammissione di altri colori (macchie) su petto, ventre, collo, muso e coda.
  • Arlecchino. Un tempo chiamata Tigerdoggen, questa varietà di alano ha il manto di fondo bianco puro, su cui spiccano macchie nere di diverse dimensioni, ben distribuite su tutto il corpo. Le macchie devono essere rigorosamente nere, mai blu o grigie.
  • Blu. E’ una colorazione simile a quella dell’acciaio, nella quale sono ammesse macchie come nella varietà di alano nero.

Colorazioni, pedigree, riproduzione

Attualmente è in vigore un regolamento specifico per evitare che nel processo di riproduzione ed allevamento dell’alano vadano “perdute” le colorazioni ammesse. Un cucciolo che non rispetti gli standard in quanto a tinta del manto avrà comunque il pedigree, ma su di esso sarà specificata la dicitura di “non ammesso alla riproduzione“.
Gli accoppiamenti ammessi per colorazione sono piuttosto specifici, e comprendono combinazioni precise, da cui ci si aspettano cuccioli con specifiche caratteristiche. Ad esempio tra fulvi nasceranno solo cuccioli fulvi, mentre tra arlecchini è possibile che nascano sia arlecchini che neri, tigrati, bianco-neri e così via. Se quindi si possiede un alano e si è interessati alla riproduzione al fine di ottenere cuccioli “perfetti” è bene consultarsi con un serio allevatore.