Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Malattie autoimmuni in cani e gatti: cause, diagnosi e cura

Malattie autoimmuni in cani e gatti: cause, diagnosi e cura

Quando il sistema immunitario tratta come corpi estranei i suoi stessi organi, si parla di malattie autoimmuni. Esse colpiscono cani e gatti senza distinzione di sesso, razza o età, ed in genere non sono contagiose.

Patologie autoimmuni frequenti

Alcune delle malattie autoimmuni più frequenti in cani e gatti sono:

  • Ipertiroidismo
  • Ipotiroidismo
  • Celiachia
  • Diabete Mellito di tipo 1
  • Spondilite anchilosante (forma di artrite cronica della colonna vertebrale e delle articolazioni sacro-iliache)
  • Nevrite ottica (infiammazione del nervo ottico che può portare a cecità)
  • Poliartrite canina (forma che colpisce le articolazioni, fino a volte all’immobilità)

Le malattie di questo gruppo che colpiscono la cute sono particolarmente evidenti. Tra esse si annoverano Penfigo e Lupus erimatoso. In questi casi l’animale perde pelo, la pelle si arrossa, si ulcera, si formano croste e pustole. Le zone più colpite sono naso e orecchie, ma i sintomi si manifestano anche sul resto del corpo.

Cause

Le cause ed i meccanismi responsabili delle malattie autoimmuni non sono ancora chiare. Al giorno d’oggi le ricerche tendono ad indicare tra le cause più probabili i vaccini, l‘alimentazione, gli insetticidi e lo stress.

  • Le teorie sulle vaccinazioni sono molteplici e contraddittorie. Alcuni studi sostengono che sia pericoloso vaccinare gli animali ogni anno, dato che l’immunità è garantita per un periodo più lungo. Secondo altri i cani di piccola taglia sono più soggetti alle reazioni avverse date dai vaccini. Infine, ci sono teorie secondo cui il vaccino polivalente provoca reazioni anomale più spesso degli altri.
  • Le intolleranze alimentari sono possibili responsabili di malattie autoimmuni. Se manca equilibrio nella flora intestinale, gli alimenti non verranno assorbiti adeguatamente, ed alcuni elementi finiranno nel sangue non del tutto digeriti. Essi verranno considerati dall’organismo come corpi estranei, provocando una risposta immunitaria anomala.
  • Stress, eccesso di farmaci, insetticidi, sostanze inquinanti alimentari e/o ambientali, intossicazioni croniche, sono altri fattori in grado di provocare reazioni autoimmuni.

Diagnosi

Non tutte le malattie autoimmuni sono diagnosticabili nello stesso modo. Quelle che colpiscono la pelle ad esempio sono diagnosticate attraverso una biopsia. Per altre è sufficiente eseguire esami delle urine e del sangue.

Cura

La prima cosa da fare è eliminare le possibili cause della patologia, in modo da arginarne i sintomi. Farmaci cortisonici ed immunodepressivi sopprimono il sistema immunitario, per bloccare la reazione anomala. Sono farmaci che possono avere importanti effetti collaterali, e vanno perciò somministrati solo su prescrizione e sotto stretto controllo veterinario.

Non è purtroppo possibile curare definitivamente le malattie autoimmuni, ma è possibile tenerle sotto controllo, permettendo così al nostro animale di vivere serenamente.

Dott. Adriano Tessariol