Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Come vedono i cani: i colori, campo visivo e di notte

Come vedono i cani: i colori, campo visivo e di notte

Nessun essere vivente può dire con certezza che il mondo sia proprio così come lo vede… infatti la Natura ha provvisto ogni creatura di un sistema per filtrare la luce e quindi forme e colori diverso a seconda della specie.

Vediamo nello specifico cosa è in grado di fare la vista del cane. Innanzitutto una precisazione: non è assolutamente vero, come si dice comunemente, che i cani vedono in bianco e nero! I loro occhi però lasciano filtrare una diversa gamma di raggi luminosi, quindi quello che possiamo dire è che vedono meno colori rispetto a noi.

Diverso poi è il raggio d’azione dei loro occhi, di conseguenza cambia il campo visivo che un cane ha a disposizione rispetto al suo padrone.

I colori

La vista canina si definisce dicromatica, cioè capace di distinguere bene il giallo e il blu con le relative gradazioni, mentre non riesce a distinguere le tonalità del verde e del rosso.

Il campo visivo

Oltre che dalla specie (cane e non umano), il campo visivo dipende anche dalla razza. I cani i cui occhi sono posti ai lati della testa hanno un campo visivo maggiore, che arriva fino a 270°. Per vedere qualcosa che richiede al padrone di voltare la testa, i cani fanno uno sforzo minimo, ruotando il capo di pochissimo.

Vicinanza e lontananza

In genere i cani vedono molto male gli oggetti vicini (ad una distanza inferiore ai 50 cm), mentre sono in grado di mettere perfettamente a fuoco qualcosa in movimento ad una distanza di circa 2 km! Se si tratta invece di un oggetto non in movimento, più che la vista il cane utilizza l’olfatto per localizzarlo con precisione.

Al buio

L’occhio del cane è caratterizzato da pupilla e cornea molto grandi, attraverso le quali può amplificare la poca luce disponibile nelle ore notturne, garantendo una buona capacità visiva anche al buio. Al contrario, l’uomo ha sviluppato una vista “diurna”, ed è per questo che durante il giorno la sua vista è maggiormente dettagliata di quella del cane.

I nostri amici dunque possiedono rispetto a noi un campo visivo maggiore, una migliore vista degli oggetti in movimento e durante la notte, una gamma di colori limitata ma.. un olfatto estremamente sviluppato che all’occorrenza funziona perfettamente anche come paio di occhi aggiuntivi!