Gatto Abissino

Nome ufficiale:

Abyssinian

Introduzione / Storia / Curiosità:

Data la sua eleganza e agilità non stupisce che molti studiosi facciano discendere l’Abissino dai gatti un tempo adorati nell’Antico Egitto: manufatti e dipinti mostrano che i felini venerati avevano proporzioni simili a questa razza, proveniente proprio dall’Africa. Le sue origini sono davvero antichissime e potrebbero risalire addirittura alla comparsa della specie del gatto domestico (Felis silvestris catus) in virtù della forte somiglianza dell’Abissino con il gatto selvatico africano, ormai ritenuto univocamente il progenitore di quello domestico. Il nome si deve alla regione di provenienza: l’Abissinia, l’odierna Etiopia. Nel 1867 il console inglese Cameron venne imprigionato dai reali di Abissinia e la Regina Vittoria organizzò una spedizione di guerra, che durò un paio d’anni. Al ritorno un soldato inglese portò in patria uno di questi splendidi felini, Zula, e la razza venne riconosciuta già nel 1882, anche se gli standard veri e propri risalgono agli anni ’20 del secolo scorso.

Aspetto / Fisico:

La corporatura è atletica e allungata, così come lunga è la coda. Le zampe sono sottili ed eleganti, con piedi piccoli. La testa ha forma triangolare, dalla sommità ampia e mento aguzzo. Le orecchie sono grandi e appuntite, gli occhi vivaci a mandorla.

Mantello / Colore:

Il pelo è corto e fine, molto fitto. La colorazione particolarissima, specificatamente chiamata ticking, è dovuta a un gene dominante che rende il pelo a bande colorate, più scuro in cima e chiaro alla base. Il ticking si sviluppa lentamente nei cuccioli, divenendo definitivo solo dopo il primo anno e mezzo di vita: il gatto subisce dunque durante la crescita veri e propri cambi di colore. La varietà considerata originale è quella marrone-aranciata, dal caratteristico color lepre (ruddy); può essere anche lilla, cioccolato, argento, blu, grigio.


Carattere:

È un gatto intelligentissimo e molto vivace, sicuro di sé. Gli piace giocare ed esplorare ciò che lo circonda e si affeziona molto al proprio padrone, soffrendone la lontananza.

Alimentazione:

Nessuna raccomandazione particolare

Cure:

Il pelo corto non necessita di particolari cure. La bocca va periodicamente controllata perché tende a essere soggetto a gengiviti: alla comparsa di strani arrossamenti chiedete consiglio al veterinario.

Adatto/consigliato a:

È un gatto da compagnia: se siete sempre in viaggio e state in casa poco, questo gatto non fa per voi. Giocoso e vivace, ha bisogno di spazio e dei suoi momenti di esplorazione: certo un giardino è l’ideale; se invece lo tenete in appartamento, siate indulgenti e non pretendete si accontenti della cuccia: vorrà partecipare alle vostre attività e non potrà astenersi dal curiosare ovunque.  

Dimensioni:

Peso maschio: da 4.0 Kg a 7.5 Kg
Peso femmina: da 0.0 kg a 0.0 Kg

Caratteristiche:



D'accordo con gatti?:
D'accordo con cani?: