Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Bombay Americano

Nome ufficiale

Bombay Americano

Introduzione / Storia / Curiosità

Nel 1958 un’allevatrice americana provò a selezionare una nuova varietà di gatti incrociando un Burmese Zibellino con un gatto americano a pelo corto allo scopo di creare una pantera in miniatura (l’obbiettivo è stato effettivamente raggiunto, infatti oggi viene chiamato “pantera da salotto”): nacque così il Bombay Americano.

All’inizio questi gatti non ebbero successo, ma dopo una decina di anni grazie alla costanza dell’allevatrice, questa razza venne riconosciuta alla conferenza animale del 1970 presso le Cascate del Niagara. Questa razza deve il suo nome alla città di Bombay perché assomiglia al leopardo nero presente in zona.

Oggi questo gatto è molto diffuso in India e in USA; in Europa lo troviamo nel Regno Unito, mentre negli altri Paesi (compresa l’Italia) è molto raro.

Caratteristiche

  • Dimensione: Medio
  • Pelo: Corto
  • Occhi: Grandi

Valutazione

  • D'accordo con gatti:
  • D'accordo con cani:

Valori

  • Peso maschio: da 2 a 5 Kg
  • Peso femmina: da 3 a 3 Kg

Aspetto / Fisico del gatto Bombay Americano

Il Bombay Americano è un gatto di taglia media con il corpo allungato e muscoloso, le zampe sono sottili. I maschi sono più robusti delle femmine in misura più evidente rispetto alle altre razze. La testa è rotonda e il muso paffuto, le orecchie sono di media grandezza e hanno le punte leggermente arrotondate. Gli occhi sono grandi e rotondi: possono essere di colore giallo-oro, rame scuro o color bronzo. Il naso e i cuscinetti sono neri. La coda è medio lunga.

 

Mantello / Colore

Il Bombay Americano è un gatto a pelo corto, molto lucido. Il pelo è aderente al corpo ed è privo di sottopelo: la tessitura del manto ha una tessitura fine che ricorda il raso. Il colore può essere solo il nero, senza nessuna variante o sfumatura.

Carattere della razza Bombay Americano

È il tipico gatto da compagnia: vive bene in appartamento, non ama correre in giardino, né dare la caccia ai topi. È molto pigro e ingenuo, infatti non ha il classico istinto di sopravvivenza dei felini. È simpatico e docile, fa spesso le fusa per dimostrare il suo affetto nei confronti del proprietario. Si lega molto alla sua famiglia adottiva, interagisce con i bambini e tollera altri animali, ma non i gatti perché non vuole condividere con loro l’affetto della famiglia. Non ama il rumore e la confusione. Soffre di solitudine se viene privato della compagnia della sua famiglia.

Alimentazione

Nessuna indicazione particolare sull'alimentazione del gatto Bombay Americano.

Cure per il gatto Bombay Americano

La sua alimentazione deve essere moderata perché brucia poche calorie. Bisogna spazzolarlo di tanto in tanto su tutto il corpo con un panno morbido in modo di mantenere il pelo sempre lucido. Generalmente è un gatto sano che non presenta particolari patologie.

 

Adatto / consigliato a

È adatto a famiglie che abitano in appartamento e che vi passano molto del loro tempo. Convivono bene con i bambini e con gli altri animali domestici, ma non con i gatti. È adatto a persone anziane che vogliono un gatto da compagnia