Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Shiloh Shepherd Dog

Nome ufficiale

Shilohs

Introduzione / Storia / Curiosità

La storia di questo splendido animale è recentissima e tutta americana. Nel 1962 Tina M. Barber a New York dà vita al suo primo allevamento: lo scopo era continuare la selezione di quegli animali che l’avevano accompagnata durante l’infanzia trascorsa in Germania. Ben presto il suo impegno si concretizza in un ideale ben preciso, una sorta di nuovo Cane da pastore tedesco. Dopo un ventennio di selezioni genetiche compare quella che per la sua creatrice è ormai da considerare una razza a sé. Solo la FIC (Federation of International Canines, e non FCI) riconosce quella che sarà denominata Shiloh Shepherd, dal nome dell’allevamento, come varietà del Pastore tedesco. La presunta razza non ha però raggiunto una stabilità tale da corrispondere agevolmente al rigoroso standard imposto dalla Barber e ben presto appare chiaro che il lavoro da fare per ottenere una sufficiente omogeneità delle caratteristiche fisiche è ancora tanto. Gli ultimi incroci con esemplari puri importati dalla Germania e dal Canada stanno dando risultati rassicuranti e la figlia di Tina Barber, scomparsa nel 2011, continua a perseguire il sogno della madre. Il carattere docile e allo stesso tempo coraggioso fa sì che questo cane venga sempre più spesso scelto come cane da soccorso e nella pet therapy.

Caratteristiche

  • Dimensione / Taglia: Grande
  • Da guardia: Si
  • Da caccia: No
  • Addestrabile: Facile
  • Ipoallergenico: Si

Valutazione

  • Adatto ai bambini:
  • D'accordo con gatti:
  • D'accordo con cani:
  • Intelligenza:
  • Adatto appartamento:

Valori

  • Lunghezza vita: da 12 a 14 anni
  • Peso maschio: da 54.5 a 72 Kg
  • Peso femmina: da 54.5 a 54.5 Kg
  • Altezza maschio: da 71 a 71 cm
  • Altezza femmina: da 66 a 71 cm

Aspetto / Fisico del cane Shiloh Shepherd Dog

La testa è grande e il cranio tondeggiante. Il muso si assottiglia in punta e gli zigomi sono ben pronunciati. Il dorso è solido mentre le zampe sono muscolose, soprattutto le cosce. Labbra e tartufo sono neri, mentre gli occhi possono essere marrone più o meno scuri. Le orecchie triangolari e ben piazzate sono erette quando il cane è attento. La coda è lunga e il pelo è disposto in maniera tale da ricordare una piuma; più curva quando l’animale è in movimento, non dovrebbe mai arricciarsi.

Mantello / Colore

Il pelo può presentarsi in due varietà: liscia o dal doppio cappotto, o nella varietà peluche. Nel primo caso il pelo è di media lunghezza e si allunga sul collo o sul retro delle zampe. La varietà peluche invece ha pelo più lungo e sottopelo morbido che va a formare una sorta di criniera attorno al capo, sino al petto. Se la colorazione di base è nera, può abbinarsi al tan, marrone, rosso, argento o color zibellino. Può essere anche di un solo colore: oro, rosso, argento, grigio e marrone scuro o nero zibellino. Non può essere del tutto nero, bianco o blu o color fegato.

Carattere del cane Shiloh Shepherd Dog

È un cane leale e coraggioso. Ottimo cane da compagnia: è affettuoso coi bambini e di solito anche con altri animali. La sua forza nonché la sua grande adattabilità lo rendono anche un magnifico cane da lavoro.

Alimentazione

Nessuna indicazione particolare sull'alimentazione del cane Shiloh Shepherd Dog.

Cure per il cane Shiloh Shepherd Dog

Soprattutto nella varietà peluche è consigliabile spazzolare il pelo tutti i giorni, mentre il bagno va limitato a un paio di volte l’anno affinché si mantenga l’unto naturale che evita la disidratazione.
Possono soffrire di torsione dello stomaco e di una particolare patologia batterica che riguarda l’intestino tenue.

Adatto / consigliato a

È un cane pieno di energie che deve poter contare su esercizi quotidiani: adatto dunque a un padrone che voglia un compagno a tempo pieno con il quale condividere corse e lunghe passeggiate. Nonostante le apparenze soffrono molto se lasciati all’aperto, lontani dalla famiglia: l’ideale sarebbe dunque un proprietario che abbia modo di tenerli in casa garantendo loro movimento tutti i giorni.