Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Piccolo Levriero italiano

Nome ufficiale

Piccolo Levriero italiano

Introduzione / Storia / Curiosità

In Egitto sono stati trovati alcuni scheletri fossili di cani simili all’attuale Piccolo Levriero Italiano risalenti a circa 5000 anni fa. In Italia sono stati trovati affreschi e sculture etrusche e romane, oltre a testimonianze scritte.

Nel nostro Paese questi cani venivano utilizzati per la caccia alle lepri e ai conigli perché erano molto veloci, ma certamente erano anche i cani prediletti dai Patrizi romani e dai nobili.

L’età d’oro di questa razza è stata il Rinascimento: dopo essere stato dipinto da Giotto, altri pittori come Michelangelo e Tiepolo lo ritrassero.

È sempre stato allevato  come cane da caccia al fagiano e alla lepre, eppure nel XIX secolo veniva utilizzato più come da cane da compagnia. Dopo aver passato un periodo di crisi, nel secondo dopoguerra, in Italia, ritorna il levriero più diffuso.

Caratteristiche

  • Dimensione / Taglia: Media
  • Da guardia: No
  • Da caccia: Si
  • Addestrabile: Medio
  • Ipoallergenico: Si

Valutazione

  • Adatto ai bambini:
  • D'accordo con gatti:
  • D'accordo con cani:
  • Intelligenza:
  • Adatto appartamento:

Valori

  • Lunghezza vita: da 12 a 15 anni
  • Peso maschio: da 3 a 5 Kg
  • Peso femmina: da 4 a 4 Kg
  • Altezza maschio: da 33 a 33 cm
  • Altezza femmina: da 30 a 35 cm

Aspetto / Fisico del cane Piccolo Levriero italiano

È una razza di piccole dimensioni con una corporatura leggera, il torace stretto e una muscolatura allungata, ma non è gracile: viene chiamato “cane aerodinamico”.
Il muso è appuntito e ha grandi occhi tondeggianti e scuri, il tartufo è quasi sempre nero, le orecchie sono piccole e piegate su loro stesse.

Mantello / Colore

Il pelo è raso, liscio e setoso, non presenta sottopelo e il mantello ha la stessa lunghezza in tutto il corpo.
I colori ammessi sono: nero, grigio, ardesia, fulvo; il bianco è accettato solo sulle zampe e sul petto.96

Carattere della razza Piccolo Levriero italiano

Il Piccolo Levriero Italiano è dolce, affettuoso e intelligente. In apparenza non è un cane particolarmente espressivo, tanto che a volte dà l’impressione di essere freddo e indifferente, in realtà si affezione molto al proprietario. Pur essendo molto diffidente con gli estranei non è adatto a fare la guardia. Va educato con modi gentili, ma fermi.

Alimentazione

Nessuna indicazione particolare sull'alimentazione del cane Piccolo Levriero italiano.

Cure per il cane Piccolo Levriero italiano

Il pelo raso non necessita di particolari cure. È importante proteggerlo dalle basse temperature tenendolo al riparo in inverno con cappottini e impermeabili, alcuni consigliano anche scarpine.
Deve fare lunghe passeggiate durante le quali va tenuto a guinzaglio perché caccia volentieri anche le piccole prede.

Adatto / consigliato a

È adatto a molte realtà familiari, anche se spesso non è molto apprezzato come cane da compagnia per via dei suoi modi freddi, in realtà è consigliato a chi vuole un cane coccolone che ha bisogno di contatto fisico frequente.
È un cane da appartamento che non necessita di molte cure grazie alla sua estrema pulizia. Anche quando viene educato non è adatto a chi ha bambini piccoli.