Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Cane Chien de Saint-Hubert

Nome ufficiale

Bloodhound, St. Hubert Hound

Introduzione / Storia / Curiosità

Questo segugio ha origine nelle Ardenne tra il settimo e l’ottavo secolo. La sua storia è legata all’Abbazia di Saint Hubert, dove i monaci avrebbero allevato per secoli i discendenti diretti dei cani allevati da San Hubert, il fondatore dell’abbazia divenuto poi patrono dei cacciatori. Il loro impiego era oltremodo diffuso: la stazza del Chien de Saint-Hubert permetteva la caccia anche di selvaggina di grossa taglia, cinghiali in primis, presenti nella regione. Già nell’XI secolo venne importato in Gran Bretagna, all’epoca di Guglielmo il Conquistatore, dando i natali a una genia chiamata Bloodhound. In Francia la presenza di questo straordinario segugio si mantenne pressoché costante sino al Settecento: divenuti già rari durante il regno di Luigi XIV, finirono praticamente per scomparire tra la rivoluzione francese e le guerre napoleoniche, complice anche il drastico calo della caccia. I principali studiosi della razza sono oggi concordi nell’affermare che l’antico ceppo di Chien de Saint-Hubert francese si sia estinto entro l’Ottocento: il segugio che oggi conosciamo deriverebbe piuttosto dal Bloodhound inglese.

Caratteristiche

  • Dimensione / Taglia: Grande
  • Da guardia: No
  • Da caccia: Si
  • Addestrabile: Medio
  • Ipoallergenico: Si

Valutazione

  • Adatto ai bambini:
  • D'accordo con gatti:
  • D'accordo con cani:
  • Intelligenza:
  • Adatto appartamento:

Valori

  • Lunghezza vita: da 10 a 12 anni
  • Peso maschio: da 40 a 50 Kg
  • Peso femmina: da 46 a 46 Kg
  • Altezza maschio: da 64 a 64 cm
  • Altezza femmina: da 58 a 64 cm

Aspetto / Fisico del cane Chien de Saint-Hubert

Si tratta di un cane di grande taglia, di certo il più grosso tra i segugi. Di forma allungata, il dorso è dritto e ben piazzato. Il rene è largo mentre il torace è ovale e ampio. Le costole sono cerchiate. Gli occhi sono marrone più o meno scuro, sino a una tinta ambra nei cani senza sella o gualdrappa nere. Le orecchie sono pendenti e davvero lunghe: se allungate sul muso, superano di misura il tartufo. Fronte e guance sono rugose. Il collo è lungo e la pelle forma una pronunciata giogaia.

Mantello / Colore

Il pelo è corto e fitto, duro e resistente. Le colorazioni tre: black and tan (bicolore nero-focato), liver and tan (fegato-focato), red (fulvo tinta unita).

Carattere della razza Chien de Saint-Hubert

È un cane dall’olfatto straordinario, tant’è che spesso è impiegato (oltre che nella caccia) come cane da recupero per le persone scomparse. Timido e schivo con gli estranei, è molto ricettivo agli insegnamenti. È leale e devoto verso la famiglia, anche se può talvolta mostrarsi un po’ cocciuto, soprattutto se impegnato a seguire una pista.

Alimentazione

Nessuna indicazione particolare sull'alimentazione del cane Chien de Saint-Hubert.

Cure per il cane Chien de Saint-Hubert

Il pelo corto richiede una spazzolata a settimana, magari col guanto in plastica (in inglese proprio hound glove). Gli occhi e le orecchie sono soggetti a infezioni e vanno monitorati. Se il cane gioca sempre su un pavimento duro, può soffrire di displasia dell’anca e di fastidiose formazioni callose alle zampe.

Adatto / consigliato a

Perfetto per una casa con un giardino. Il Chien de Saint-Hubert è dolcissimo e davvero sensibile ai rimproveri, ma durante la formazione servirà un proprietario capace di smorzare la sua testardaggine.