Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

New Guinea Singing Dog

Nome ufficiale

New Guinea dingo, Hallstrom dog

Introduzione / Storia / Curiosità

Questo straordinario animale vive sulle alte montagne della Nuova Guinea. Pochissimo si sa sulle sue abitudini allo stato selvatico: confinato su quest’isola dall’Età della pietra, è stato visto talora diventare compagno delle popolazioni locali, anche se storicamente era considerato piuttosto come un animale da abbattere per via dei suoi istinti predatori, o addirittura cacciato come selvaggina.

Il primo esemplare effettivamente studiato venne ucciso nel 1897 da William MacGregor, governatore britannico, che ne inviò le spoglie al Queensland Museum. Iniziò così una lunga serie di speculazioni degli studiosi sulla classificazione di questo canide: chi lo ritenne una specie a sé, chi invece lo descrisse come una razza del Canis lupus familiaris.

A partire dagli anni Cinquanta diversi zoo in tutto il mondo ne adottarono degli esemplari, ma quando nel 1969 venne classificato alla stregua del normale cane domestico gli zoo se ne liberarono. Gli animali furono adottati da privati e iniziò un inarrestabile processo di contaminazione del New Guinea Singing Dog col cane domestico. Recenti studi genetici ne hanno invece dimostrato l’affinità con il dingo australiano, confermando dunque la proposta di Laurie Corbett di chiamarlo Canis lupus dingo.

Oggi in patria il New Guinea Singing Dog rischia l’estinzione. Negli Stati Uniti due organizzazioni, la New Guinea Singing Dog Conservation Society (NGSDCS) e la New Guinea Singing Dog International (NGSDI), sono attive nella preservazione di questo stupefacente dingo.

Caratteristiche

  • Dimensione / Taglia: Media
  • Da guardia: No
  • Da caccia: No
  • Addestrabile: Difficile
  • Ipoallergenico: Si

Valutazione

  • Adatto ai bambini:
  • D'accordo con gatti:
  • D'accordo con cani:
  • Intelligenza:
  • Adatto appartamento:

Valori

  • Lunghezza vita: da 12 a 16 anni
  • Peso maschio: da 7.7 a 13.6 Kg
  • Peso femmina: da 13.6 a 13.6 Kg
  • Altezza maschio: da 36 a 36 cm
  • Altezza femmina: da 33 a 43 cm

Aspetto / Fisico del cane New Guinea Singing Dog

Questo canide è compatto e relativamente corto. Le sue articolazioni delle zampe sono incredibilmente snodate: possono alzarle di lato sino a 90°, e anche il collo è molto più mobile rispetto al cane domestico. Tali peculiarità lo rendono in grado di arrampicarsi sugli alberi con una notevole agilità. Nei piedi posteriori gli speroni sono assenti. Gli occhi, a mandorla, sono di una colorazione variabile tra l’ambra scuro e il marrone; in condizioni di poca visibilità emettono un forte bagliore verde. Le orecchie sono triangolari ed erette, molto mobili. Il tartufo, così come le palpebre, sono neri.

Mantello / Colore

Il pelo è corto e folto. Le colorazioni sono rossiccio con riflessi dorati, nero o tan, con le tipiche marcature bianche sotto al mento, sui piedi e sulla coda. Le chiazze bianche possono presentarsi anche sul muso e petto. Solitamente nascono col mantello di un marrone-cioccolato, che tende a schiarirsi col passare degli anni.

Carattere della razza New Guinea Singing Dog

Sono animali forti e davvero intelligenti. Fanno un verso particolarissimo, una specie di ululato che però modulano come veri cantanti. Se allevati sin da piccoli dall’uomo, sapranno mostrarsi gentili, affettuosi e vivaci. Una certa timidezza verso gli estranei sarà difficilmente eliminabile. A differenza del cane domestico, anche le femmine possono essere dominanti.

Alimentazione

In natura si nutrono di marsupiali, uccelli, roditori e frutta. In cattività si sceglie solitamente di mantenere questo tenore alimentare basato principalmente su carne cruda.

Cure per il cane New Guinea Singing Dog

Il suo pelo va è inodore e non richiede cure particolari.

Adatto / consigliato a

Si tratta di animali impegnativi per un proprietario senza esperienza. Hanno bisogno di molto spazio per correre e giocare, facendo attenzione a non dimenticare che sono artisti della fuga: sono bravissimi ad arrampicarsi e a scavare. Hanno bisogno di fare quotidianamente tantissima attività, così da non divenire preda di una noia distruttiva.