Tibetan Mastiff

Nome ufficiale

Tibetan Mastiff

Introduzione / Storia / Curiosità

Menzioni di questo cane antichissimo e davvero particolare si ritrovano già in Aristotele, che li descrive come animali a metà tra il cane e il leone. La loro fisionomia infatti, caratterizzata da una criniera più o meno evidente e dall’aspetto regale, li fa somigliare al leone. Si è soliti indicare il Tibet come culla della razza, dove trovavano largo impiego come guardiani e cani da pastore; in realtà erano diffusi anche nella limitrofa Mongolia, in Cina e in Nepal, e a oggi manca ancora una vera e propria mappatura delle varietà locali anche per via dei successivi incroci tra differenti varietà che ne hanno compromesso la purezza. Nell’Ottocento, quando venne introdotto in Europa, il Tibetan Mastiff piacque molto ai reali inglesi; purtroppo la sua stazza e le sue sembianze leonine lo condannarono spesse volte a essere esposto negli zoo. Se in Europa piace soprattutto agli appassionati di esposizioni, in Cina è attualmente un vero status symbol: quasi un milione e mezzo di euro è la cifra record spesa da 56enne cinese per acquistare, a inizio 2014, un cucciolo rosso.

Caratteristiche

  • Dimensione / Taglia: Grande
  • Da guardia: Si
  • Da caccia: No
  • Addestrabile: Difficile
  • Ipoallergenico: Si

Valutazione

  • Adatto ai bambini:
  • D'accordo con gatti:
  • D'accordo con cani:
  • Intelligenza:
  • Adatto appartamento:

Valori

  • Lunghezza vita: da 10 a 12 anni
  • Peso maschio: da 45 a 73 Kg
  • Peso femmina: da 55 a 55 Kg
  • Altezza maschio: da 66 a 66 cm
  • Altezza femmina: da 61 a 71 cm

Aspetto / Fisico del Tibetan Mastiff

Cane pesante e possente; le femmine raggiungono la maturità a due-tre anni, gli esemplari maschi addirittura a quattro. Testa forte, con cranio ampio e stop ben marcato; gli adulti hanno spesso una caratteristica ruga sopra gli occhi. Il tartufo è scuro, in armonia col mantello. Gli occhi sono marroni. Le orecchie pendono in avanti e sono molto pelose. La coda, allineata al dorso, vi si arriccia sopra quando il cane è in movimento.

Mantello / Colore

Il pelo è sensibilmente più abbondante nei maschi, soprattutto per quello che riguarda la criniera. Il pelo è fine e duro, sollevato, sempre liscio. La coda è folta e frangiata, come le zampe. Il sottopelo, sempre presente, è più denso durante l’inverno. Le colorazioni sono: nero, blu, oro, rosso, zibellino con o senza focature. Può presentare del bianco sul petto (stella) o sulle zampe.

Carattere del Tibetan Mastiff

Sono cani intelligenti e indipendenti, quasi più dei veri e propri compagni alla pari anziché devoti sottoposti. Sono protettivi e fortemente territoriali. Hanno un temperamento equilibrato, docile e gentile coi più piccoli e distante e freddo con chi non conosce.

Alimentazione

Nessuna indicazione particolare sull'alimentazione del Tibetan Mastiff.

Cure

Il pelo, anche se abbondante, è praticamente inodore. Va spazzolato spesso, soprattutto in primavera durante la muta.
Soffre di displasia dell’anca, problemi alla tiroide e alle orecchie, e di una rara neuropatia demielinizzante ereditaria.

Adatto / consigliato a

Sono cani non adatti all’appartamento, che hanno bisogno di un proprietario esperto e che sappia ben rapportarsi con loro.