Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Levriero Irlandese

Nome ufficiale

Irish Wolfhound, Cu Faoil

Introduzione / Storia / Curiosità

Si tratta di una nobile razza dalle origini antichissime: alcuni studiosi indicano che il termine Cu utilizzato anticamente in testi sia letterari che legislativi risalenti al V secolo stia proprio a indicare l’antenato di questo grande levriere. A dimostrazione della considerazione che questo animale suscitava in Irlanda, basti notare che la parola Cu era spesso avvicinata a nomi di sovrani e guerrieri come segno della loro forza e fedeltà. Giulio Cesare nel suo De bello gallico fa riferimento a cani come questi, che combattevano in battaglia a fianco delle popolazioni celtiche.

Nell’antichità e durante il Medioevo rimasero fedeli compagni dei cacciatori irlandesi, almeno fino alla conquista inglese dell’isola, quando una legge impose l’esclusività per i nobili del possesso del levriere. Col trascorrere del tempo però questo animale si fece sempre più raro, sino all’estinzione avvenuta sul finire del Settecento.

Circa un secolo dopo George Augustus Graham si impegnò per riprodurre il levriere scomparso a partire da esemplari che a suo avviso, nonostante le dimensioni ridotte, avevano ancora nelle vene il sangue dell’antico cane irlandese. Vennero introdotte negli incroci altre razze, quali il Levriere russo e il Mastiff inglese. Si resero stabili i tratti dell’animale ottenuto da queste selezioni e nacque l’attuale Levriero Irlandese.

Caratteristiche

  • Dimensione / Taglia: Grande
  • Da guardia: No
  • Da caccia: Si
  • Addestrabile: Facile
  • Ipoallergenico: Si

Valutazione

  • Adatto ai bambini:
  • D'accordo con gatti:
  • D'accordo con cani:
  • Intelligenza:
  • Adatto appartamento:

Valori

  • Lunghezza vita: da 6 a 8 anni
  • Peso maschio: da 45 a 55 Kg
  • Peso femmina: da 50 a 50 Kg
  • Altezza maschio: da 75 a 75 cm
  • Altezza femmina: da 71 a 79 cm

Aspetto / Fisico del cane Levriero Irlandese

Forte ma agile, la testa è lunga e orizzontale. Il muso è affusolato e appuntito, gli occhi sono scuri mentre le orecchie sono piccole e dalla tipica forma a rosa. Il collo è lungo e arcuato e il torace è molto profondo. Le zampe sono potenti e muscolose e i gomiti di quelle posteriori sono molto angolati. La coda, lunga, è tenuta leggermente incurvata.

Mantello / Colore

Il pelo è ispido nelle colorazioni grigio, nero, bianco, rosso, fulvo e tigrato.

Carattere della razza Levriero Irlandese

L’attuale Levriero Irlandese non ha nulla a che vedere con l’antico cane che spaventò le legioni romane in battaglia: fedele ed equilibrato, ha un temperamento tranquillo e riservato. Anche se diffida degli sconosciuti non è un cane da guardia troppo affidabile mentre è un buon compagno per il cacciatore: bisogna però sapere che il suo istinto si basa primariamente sulla vista, piuttosto che sulla ricerca di piste olfattive. Dolce e affettuoso coi bambini, non bisogna farsi ingannare dal suo innato contegno: se separato dalla sua famiglia o trascurato nella quotidianità, soffre enormemente.

Alimentazione

Nessuna indicazione particolare sull'alimentazione del cane Levriero Irlandese.

Cure per il cane Levriero Irlandese

Il mantello va spazzolato settimanalmente e spesso si consiglia di portarlo una volta all’anno da un professionista per eseguire una toelettatura più profonda del pelo duro.
In media sono poco longevi. Possono contrarre cancro alle ossa e cardiomiopatia dilatativa. Attenzione alla torsione dello stomaco, una delle principali cause di morte di questa razza (come spesso accade ai cani di grosse dimensioni): il proprietario dovrà prendere tutte le precauzioni per evitarla e saperne riconoscere tempestivamente i sintomi.

Adatto / consigliato a

Sono ottimi compagni per tutti coloro che cercano un cane con il quale fare lunghe passeggiate, fedeli e amorevoli. Certo non è consigliato a chi possiede un piccolo appartamento, ma può adattarvisi se portato all’aperto almeno due volte al giorno. Si addestra con facilità.