Problematiche osteoarticolari in cani e gatti: osteoartrite cosa fare?

Problematiche osteoarticolari in cani e gatti: osteoartrite cosa fare?

Sia cani che gatti possono soffrire di patologie articolari. Esse dipendono da infiammazioni, che possono essere acute o croniche. L’osteoartrite (spesso chiamata imprecisamente artrosi) colpisce prevalentemente ginocchia, anche, gomiti, tarso e spalle.

Si presenta più spesso nei soggetti appartenenti a razze grandi o molto grandi, poiché il loro corpo accresce più velocemente. E’ inoltre più frequente negli animali anziani.

Origine dell’osteoartrite

I capi articolari sono ricoperti da cartilagine. Quando questa si erode progressivamente, comincia il processo infiammatorio che si estenderà all’osso sotto di essa. La risposta difensiva dell’organismo sarà la creazione di nuovo tessuto osseo, che si sviluppa in posizioni anomale causando ulteriore fastidio ed un aggravarsi dell’infiammazione. Anche i tessuti molli che circondano l’articolazione subiscono le conseguenze del danno, ed in questo modo l’infiammazione si propaga. L’artrosi inoltre è una patologia correlata ad intensi sforzi delle articolazioni, perciò è frequente nei cani da lavoro o che praticano sport. E’ inoltre favorita da eventi traumatici quali lussazioni e fratture.

Sintomi di osteoartrite

I sintomi di tale patologia sono molteplici. L’animale può essere riluttante a muoversi o a compiere determinate azioni. E’ possibile che zoppichi o che cammini con una andatura diversa dal solito. Può inoltre non gradire o rifiutare del tutto di essere toccato in alcune zone del corpo. L’articolazione interessata potrebbe presentarsi calda e gonfia, e probabilmente è dolorante. Quando è in uso, è possibile che si sentano rumori anomali. Il malessere infine è in grado di provocare nell’animale cambiamenti di umore, mancanza di appetito e quindi dimagrimento, aggressività.

Cosa fare in caso di osteoartrite

Quando il processo di infiammazione articolare è iniziato, la regressione non è più possibile. Quello che si può fare per alleviare il malessere dell’animale, è calmare il dolore e rallentare lo sviluppo della patologia. Il veterinario prescriverà medicinali per tenere sotto controllo il fastidio. Nei casi più gravi un intervento chirurgico seguito da un periodo di riabilitazione fisioterapica è la soluzione più indicata.

Come sempre, la dieta ha il suo peso nel benessere dei nostri animali. Il cane o il gatto malato devono seguire una alimentazione sana ed equilibrata, eventualmente con l’aggiunta di integratori suggeriti dal veterinario e reperibili in farmacia.

Prevenire le patologie articolari

La prevenzione è fondamentale quando si tratta di osteoartrite. Oltre ad una dieta sana, gli animali dovrebbero eseguire esercizio fisico regolare ma moderato. E’ bene che le razze più predisposte a queste problematiche siano sottoposte a controlli periodici. Solo così è possibile monitorare lo stato dell’apparato muscolo scheletrico ed eventualmente correre ai ripari prima che la situazione si aggravi.