Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

La tosse nel cane: tipologie, sintomi e cura

La tosse nel cane: tipologie, sintomi e cura

La tosse non è altro che l’emissione improvvisa di aria dai polmoni, attraverso la bocca. La tosse in sé non è una malattia, ma il sintomo di un disturbo all’apparato respiratorio o cardiaco.

Per individuare la terapia corretta, è necessario prima di tutto comprendere quale sia la causa primaria della tosse.

Se il cane tossisce, bisogna portarlo dal veterinario il prima possibile, per impedire aggravamenti.

Tipologie di tosse

A seconda della causa scatenante, la tosse si definisce produttiva o non produttiva.

  • Produttiva. E’ la tosse data da bronchite cronica o allergica, parassitosi, infezione allergica, broncopolmonite, embolia o edema polmonare, disturbi nella coagulazione o emottisi (emissione dalla bocca di sangue proveniente dalle vie respiratorie).
  • Non produttiva.. Collasso tracheale, tracheobronchite infettiva, infezioni (virali, batteriche o micotiche), parassitosi polmonare, corpo estraneo o neoplasie.

I sintomi della tosse nei cani

I sintomi della tosse si differenziano a seconda della causa e della tipologia. La tosse produttiva comporta fuoriuscite di muco, sangue o fluidi edematosi. Durante l’attacco di tosse si sentirà un rumore gorgogliante.

Se la tosse è non produttiva, l’attacco risulterà secco, aspro, e il suono proverrà dalla gola.

Se alla tosse si accompagna una febbre alta, probabilmente si tratta di influenza canina.

Una tosse debole è spesso segno di mal di gola o tonsillite. In questi casi il cane si lecca e deglutisce di frequente, e ha l’impulso a vomitare. Il suono della tosse debole è acuto.

Terapia per la tosse canina

La terapia varia secondo la causa ed il tipo di tosse del nostro cane. La tosse leggera può non essere trattata appositamente.

In caso di infezioni o infiammazioni, è possibile somministrare antibiotici, aereosol o antinfiammatori.

Quando la situazione dovesse aggravarsi, il veterinario potrebbe richiedere ulteriori esami (del sangue, delle urine, o radiografie).

Bronchite o polmonite possono portare al ricovero dell’animale presso una clinica veterinaria.

Qui può ricevere le cure più adeguate, con fluidi in endovena ed antibiotici, corticosteroidi e/o broncodilatatori.