Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

La sicurezza del gatto in casa nell'ambiente domestico

La sicurezza del gatto in casa nell’ambiente domestico

La nostra casa non è solo il luogo dove accoglieremo il nuovo arrivato a quattro zampe con amore e coccole, ma anche una infinita fonte di pericolo per un felino curioso e giocherellone.

Aggirandosi per le stanze alla scoperta dell’ambiente, il gatto è spesso attirato proprio dagli oggetti e dalle situazioni più pericolose, data la sua naturale tendenza ad avvicinarsi a tutto ciò che penzola, si muove, o è posizionato in luoghi in cui il micio ama nascondersi (strettoie, sotto i mobili, o al contrario in alto, sopra ad armadi o mensole).

Con l’arrivo di un felino è nostro compito rendere la casa il più sicura possibile, anticipando la sua curiosità in modo da permettergli di esplorare in condizioni di sicurezza.

Oggetti penzolanti e pericolanti

I gatti, si sa, adorano giocare con i fili, spostare gli oggetti, saltare su tavoli e mobili e spostare le cose con un leggero colpo di zampa. Può facilmente succedere che giocando le unghie del micio rimangano impigliate in teli, tovaglie o stoffe, finendo per trascinarsi addosso gli oggetti posti al di sopra di esse: stoviglie, vasi, soprammobili, televisori… e colpito da un oggetto pesante il gatto può riportare traumi e fratture anche gravi. E’ quindi importante non lasciar penzolare da mobili o mensole niente di pericoloso o in bilico, che possa attirare l’attenzione del nostro amico e invogliarlo a giocarci. Per lo stesso motivo, staccate gli elettrodomestici quando non li utilizzate e nascondete i cavi elettrici, o fissateli in sicurezza.

Cibi pericolosi e sostanze tossiche

Ricordiamoci di non lasciare mai in giro e a portata di gatto confezioni aperte di cioccolata: nel cacao infatti è contenuta una sostanza, la teobromina, che se ingerita in certe quantità risulta altamente tossica per il gatto, provocandogli diarrea, vomito, affanno, convulsioni e tremori. Altro alimento buono per noi ma pericoloso per i nostri amici è la cipolla, la cui intossicazione è riconoscibile nel gatto dalla presenza di urine scure oltre a diarrea e vomito.Tenete lontano dalla vista e dalla portata del gatto detersivi, medicinali ed insetticidi, le cui confezioni potrebbero attirare la sua attenzione.

Piante

I gatti non amano solo i vasi delle nostre piante, da usare come lettiera dove scavare togliendo la terra, ma spesso rosicchiano fiori e foglie.

E’ importante insegnare da subito al nostro micio ad evitare di giocare con le nostre piante ornamentali,non solo per salvaguardare il nostro lavoro di giardinieri,ma anche e soprattutto perché alcune delle piante più diffuse sono velenose per l’animale. Azalea, Stella di Natale, Edera, Primula e Gelsomino sono tossiche se ingerite.

Si può aiutare il gatto a stare lontano da esse semplicemente spruzzando le foglie con acqua e limone: questo composto naturale infatti ha un odore particolarmente sgradevole per il micio, che perderà subito la voglia di avvicinarsi. Regalate invece al vostro amico un vaso di erba gatta: è una pianta che gli piacerà, ed inoltre lo aiuterà ad espellere i boli di pelo.

Unghie e graffi

Il gatto ha bisogno di affilare le sue unghie, e per farlo spesso sceglie divani e mobili di casa, che finiscono per essere marchiati dalla manicure di micio. Come salvare il vostro arredamento dando comunque al gatto la possibilità di svolgere questa attività a lui tanto gradita e necessaria? procurate e posizionate in casa tiragraffi, tronchetti di legno o altri supporti su cui possa sfogarsi in libertà!

Insomma, poche semplici regole e tanto buonsenso renderanno la convivenza domestica con un felino molto più sicura e divertente sia per lui che per voi!

Leggi anche il nostro articolo per case sicure a prova di cane.