Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

La cute del cane: caratteristiche e cura del manto

La cute del cane: caratteristiche e cura del manto

Le diverse razze canine hanno diverse caratteristiche quanto a spessore della cute. Ad esempio, lo Shar-pei ha una palle particolarmente spessa, per via degli impieghi a cui storicamente è stato destinato.

Esso infatti era usato per la caccia a selvaggina grossa, come cane da guardia e nei combattimenti tra cani. Lo spessore della cute serviva a proteggerlo proprio come uno scudo o un’armatura.

La cute del cane

Una cute sana si presenta priva di arrossamenti, macchie o zone di desquamazione. Il manto del cane appare lucido e pulito quando è in buona salute. Eventuali piccole lesioni cutanee non vanno sottovalutate, poiché possono essere spia di malattie originate in altri organi.
I disordini della pelle più frequenti sono le dermatiti, ovvero infiammazioni, che possono avere diversa natura. Alcune tipologie di dermatite sono:

  • Allergica;
  • Parassitaria;
  • Batterica;
  • Protozoaria;
  • Alimentare;
  • Autoimmune.

A seconda dell‘origine dell’infiammazione, è possibile utilizzare appositi prodotti per animali con allergie e problematiche varie.

Prevenzione dei parassiti

E’ importante ispezionare regolarmente la cute del cane, per controllare la presenza di parassiti. Se separando il pelo si vedono chiaramente puntini di color marrone scuro, probabilmente si tratta di escrementi delle pulci. Altre volte è possibile vedere le pulci stesse correre lungo la scriminatura e nascondersi nel pelo.

Le zecche invece si presentano come rigonfiamenti scuri attaccati alla pelle. Il modo migliore di staccarle è posare su di esse un batuffolo impregnato di alcool, per poi “tirarle” fuori dalla cute.

Particolare attenzione va posta nel non lasciare la testa della zecca all’interno della pelle. Per prevenire le infezioni da pulci e zecche, è indispensabile provvedere per tempo a una buona profilassi antiparassitaria.

Leggi il nostro articolo sulle malattie parassitarie del cane.

Cura del manto

I cani a pelo lungo vanno spazzolati regolarmente, per liberare la pelle dal pelo morto ed aiutare la traspirazione cutanea. In commercio esistono diversi shampoo appositi per i cani, tra cui scegliere il più adatto per il nostro amico.

Se decidete di fare il bagno al vostro animale per la prima volta, meglio metterlo inizialmente nella vasca vuota, riempiendola gradualmente e giocando con lui, in modo che non sia impaurito dall’impatto con l’acqua. Meglio evitare la doccia perché il getto d’acqua potrebbe facilmente spaventare l’animale. Attenzione anche a che lo shampoo non finisca negli occhi del cane!

Per favorire ulteriormente la sua sicurezza, posizionate sul fondo della vasca un tappeto antiscivolo. Infine, asciugate sempre l’animale al termine del bagno.
Anche attraverso l’osservazione del pelo si può controllare la salute della pelle. Prestiamo quindi attenzione a:

  • Presenza di forfora;
  • Grattamento eccessivo;
  • Pelo opaco;
  • Esagerata perdita di pelo;
  • Croste sulla pelle.