Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

La corretta alimentazione del gatto, quale cibo è meglio per loro?

La corretta alimentazione del gatto, quale cibo è meglio per loro?

Il primo elemento da considerare per la salute del nostro gatto è sicuramente la cura della sua alimentazione. Se le proteine di origine animale sono indubbiamente fondamentali, altrettanto importanti sono gli elementi come frutta, verdura e cereali. Una dieta basata solo su carne e pesce infatti non fornirebbe all’animale tutte le sostanze di cui ha bisogno.

Suggerimenti di base

Generalmente i gatti preferiscono il cibo umido al secco. Attenzione però: non amano gli alimenti troppo morbidi! Tra carne cotta o cruda sceglieranno sicuramente la seconda. Purtroppo per loro, quest’ultima è da evitare.

La sua assunzione infatti comporta un elevato rischio di toxoplasmosi, malattia trasmissibile anche all’uomo. E’ concesso invece soddisfare la loro golosità quando si tratta di latte, ma senza esagerare. L’abbondanza di calcio, proteine e fosforo potrebbe infatti appesantire la digestione.

Al contrario, i felini generalmente tollerano bene i formaggi. Per le ciotole è bene scegliere una posizione fissa, lontana dalla lettiera. Il proverbiale amore del gatto per la pulizia infatti potrebbe far si che eviti di mangiare se il cibo è vicino alla “toilette”. Ovviamente le ciotole debbono essere sempre pulite, e acqua fresca sempre a disposizione.

Cuccioli, adulti e anziani

Il cibo confezionato si trova spesso suddiviso a seconda dell’età dell’animale. La maggior parte delle preparazioni commerciali contengono tra gli ingredienti taurina ed arginina. Si tratta di amminoacidi, importantissimi per la salute del nostro animale. Se non assunti in quantità sufficienti infatti possono provocare intossicazione ammoniacale, o anche malattie agli occhi ed al cuore. Se scegliamo una dieta casalinga, è possibile considerare l’ipotesi di utilizzare integratori, per supplire ad eventuali carenze nutritive.

I gatti giovani ed adulti possono tranquillamente essere nutriti con una dieta casalinga. Carne e pesce (cotti, spezzettati e puliti dalle lische) devono essere integrati con verdure, pane, cereali. Da evitare patate e legumi. Meglio non dare gli avanzi dei nostri pasti, per evitare che accidentalmente l’animale ingerisca ingredienti per lui tossici. Altrettanto bene vanno i cibi confezionati, da scegliere leggendo bene le etichette, perché siano adatti alle caratteristiche specifiche del nostro amico.

Per il gatto anziano vanno ridotte le porzioni, ed il cibo non va lasciato sempre a disposizione ma dilazionato lungo la giornata. Anche un animale avanti con gli anni può seguire una dieta casalinga.

La verdura

I gatti amano la verdura a foglia verde, ed in genere mangiano volentieri fagiolini, zucchine, asparagi. Le fibre, i minerali ed i carboidrati in esse presenti sono importanti per la sua salute. Da evitare assolutamente aglio, cavoli e cipolla, perché sono alimenti tossici per i felini. Generalmente gli alimenti confezionati (sia secchi che umidi) si possono considerare completi, perché comprendono nelle ricette una certa quantità di verdure. Bollite, sono gradite e salutari per il gatto anche le seguenti verdure:

  • piselli (magnesio, vitamina b12, proteine vegetali)
  • carote (fibre, vitamine, alta digeribilità)
  • zucca (ottima per la preparazione della carne)

La frutta

E’ possibile dare al gatto piccole porzioni di frutta, non troppo zuccherina. Sono consigliate in particolare:

  • fragole (fibre e vitamina C)
  • melone e anguria (idratanti e rinfrescanti)
  • mele, pere, pesche

Da evitare la papaya, buonissima per noi ma tossica per i gatti.

Sia frutta che verdura devono essere tagliate a dadini o a piccoli pezzi. Mai dare al gatto un frutto intero, per evitare che i più golosi o ingordi abbiano brutti incidenti nel tentativo di mangiare in fretta pezzi troppo grossi.