Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Il colesterolo alto nel cane: sintomi, cause e cura

Il colesterolo alto nel cane: sintomi, cause e cura

Il famigerato colesterolo non è altro che una molecola lipidica (cioè un grasso), utile a svolgere diverse funzioni biologiche fondamentali.

Il problema sorge quando la concentrazione di colesterolo nel sangue è troppo elevata. In questo caso il cosiddetto “colesterolo alto” (dislipidemia o iperlipidemia) diventa una vera e propria patologia. Negli ultimi anni questo disturbo tipicamente umano colpisce frequentemente anche il cane. L’iperlipidemia può provocare la morte dell’animale per obesità, problemi neurologici e pancreatite.

La dislipidemia nei cani

La dislipidemia si classifica in primaria o secondaria, a seconda della sua origine. Se l’aumento del colesterolo dipende da una disfunzione genetica del metabolismo lipidico si parla di dislipidemia primaria. Se invece ha come causa una diversa patologia preesistente (pancreatite, problemi renali o ormonali, obesità, diabete), si parla di dislipidemia secondaria.

In alcune razze canine la condizione può essere ereditaria, ad esempio nello Schnauzer Nano, Dobermann e Rottweiler invece sono accomunati da caratteristiche problematiche legate alte percentuali di colesterolo nel sangue.

Sintomi e cause del colesterolo alto

Fattori genetici o una dieta errata sono tra le cause dell’aumento della concentrazione di colesterolo nel sangue.

Un’alimentazione sbilanciata che prevede l’assunzione di troppe sostanze grasse, infatti, non solo provoca l’aumento del colesterolo, ma anche dei trigliceridi (molecole di grassi combinati tra loro), aggiungendo altri lipidi nel sangue.

Una simile alimentazione sarebbe dannosa a priori, diventandolo ancor di più se l’animale dovesse soffrire di altre patologie. Spesso comunque l’iperlipidemia negli animali da compagnia dipende da malattie preesistenti. Si tratta di patologie che incidono sul metabolismo come: diabete mellito, ipertiroidismo, pancreatite, sindrome nefrosica.

La dislipidemia si manifesta con sintomi come convulsioni, dolori addominali, ma anche macchie cutanee e comparsa di palline di grasso. Allo stadio iniziale tuttavia difficilmente la patologia da origine a sintomi visibili.

Cura del colesterolo alto nel cane

La prima cosa da fare è cambiare radicalmente l’alimentazione scorretta che ha causato o contribuito a causare il problema, riducendo drasticamente il consumo di alimenti contenenti elevate quantità di grassi ed inserendo un’integrazione di omega 3.

Se nonostante questi accorgimenti i livelli di colesterolo rimangono elevati, sarà necessario ricorrere ad analisi approfondite di sangue e urine, per verificare la presenza di altri fattori – se non altre patologie – che possono causare i valori anomali di colesterolo.

Sarà il veterinario, effettuate le analisi, a prescrivere eventualmente una terapia farmacologica che possa aiutare il nostro cane, e a darci le indicazioni necessarie per curarlo al meglio.