Gatti bianchi: razze, carattere, malattie, cure e precauzioni

Gatti bianchi: razze, carattere, malattie, cure e precauzioni

Il colore bianco nel gatto

Da sempre il gatto è considerato un animale affascinante, e gli sono stati attribuiti poteri e caratteristiche quasi magici. Nota è la diceria sui gatti neri, che si dice siano gli animali delle streghe capaci di causare sciagure. Altrettanto diffuse sono le dicerie sui gatti bianchi. Il bianco è colore simbolo di candore, purezza, ed il gatto bianco è associato a positività, benessere, serenità.

Esistono razze il cui colore è tipicamente bianco, così come numerose varianti, come l’Europeo, che possono essere indifferentemente bianche come di altri colori. Sebbene ogni animale abbia un suo temperamento, in generale il gatto bianco, indipendentemente dalla razza, tende ad essere tranquillo, sedentario, pacifico.

Gatti bianchi e sordità

Una diceria diffusa vuole che i gatti di colore completamente bianco siano “tardi”, se non addirittura stupidi. Perché si è diffusa questa credenza? In realtà la diceria è frutto di ignoranza, ma non è priva di basi scientifiche. Il gatto bianco infatti soffre spesso di sordità totale o problemi di udito, ed è questo il motivo per cui non riconosce il suo nome e non risponde agli stimoli sonori.

Non tutti i gatti bianchi sono sordi, così come è possibile che a soffrire di simili disturbi siano animali di altri colori, ma l’incidenza di sordità è maggiore negli esemplari con manto bianco ed occhi azzurri.

Il gene W

Il gene W è quello che permette al colore bianco di “vincere” sulle altre possibili combinazioni di colore del manto. Se presente nell’embrione in forma dominante, agisce sul suo sviluppo anche nell’area delle orecchie, provocando una malformazione dell’orecchio interno. La combinazione è strettamente legata anche al colore degli occhi: per esempio un micio bianco che abbia un occhio azzurro ed uno verde sarà probabilmente sordo solo dal lato dell’iride azzurra.

Cure e precauzioni per il gatto bianco

Se ci si dovesse accorgere che il nostro amico candido ha realmente problemi di udito, non c’è da allarmarsi. Essendo così dalla nascita infatti, il gatto imparerà in maniera istintiva a regolarsi facendo forza sugli altri sensi. La vista, l’olfatto, la funzione tattile delle vibrisse (baffi, sopracciglia ecc) lo aiuteranno ad orientarsi nello spazio ed a imparare a muoversi agilmente come tutti i suoi simili.

Qualche precauzione va comunque presa per la sua sicurezza. In caso di gatto sordo infatti sarebbe meglio tenerlo in casa, per non sottoporlo ad esempio al pericolo del traffico o delle macchine che non sentirebbe arrivare. Il carattere tendenzialmente tranquillo di questi animali renderà più semplice la vita in appartamento, e probabilmente il gatto non soffrirà troppo il non poter uscire liberamente. E’ comunque possibile lasciarli andare in terrazza, o in uno spazio esterno che sia comunque chiuso e protetto.

Altra cura importante è quella relativa alla loro cute. I gatti bianchi infatti sono particolarmente sensibili ai raggi solari, e sono maggiormente a rischio di sviluppare carcinomi.

Differenza tra gatto bianco e albino

Se il colore bianco del gatto è dipendente dalla predominanza del gene W, bisogna distinguere da questi casi quelli di albinismo. L’albinismo infatti è provocato non da un gene specifico ma da una generica carenza di melanina.

Gli albini non sono hanno il pelo bianco, ma tutta la cute è rosata, e non si troveranno sul suo corpo macchie cutanee di nessun altro colore. Il gatto albino non soffre delle problematiche del gatto bianco, e non sono quindi necessarie le specifiche precauzioni da prendere invece in caso di animale colpito da sordità.

Razze di gatti bianchi

Tra i gatti che si possono trovare in versione total white sono sicuramente affascinanti l’Angora Turco, il Norvegese delle Foreste, il Maine Coon ed il Persiano, con il loro pelo lungo e morbido e le dimensioni maestose. Altro animale estremamente elegante nella versione bianca è il Bengala, che può presentare le tipiche macchie da leopardo su un manto a fondo biancastro. In alternativa, non sarà difficile trovare un cucciolo bianco di gatto Soriano, razza meticcia tra le più diffuse in tutta Europa, senza eccezione per l’Italia.