Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Frutta e verdura adatte al cane: cosa può mangiare?

Frutta e verdura adatte al cane: cosa può mangiare?

Dieta naturale e dieta domestica per il vostro cane? Se vivesse in natura, il cane sarebbe considerato un animale carnivoro, e non avrebbe bisogno di mangiare frutta o verdura. Sebbene il suo fabbisogno di fibre e vitamine vegetali sarebbe comunque presente, avrebbe altri modi per assumerle che non la consumazione diretta.

Ad esempio, introdurrebbe nel suo organismo gli elementi necessari mangiando prede che a loro volta li avevano ingeriti. Un cane domestico ovviamente ha una dieta molto diversa, e siamo noi a doverci assicurare che il nostro amico assuma fibre sufficienti a mantenere un buon equilibrio di salute e benessere.

La maggior parte degli alimenti in commercio, sia secchi che umidi, contengono già una certa percentuale di frutta e verdura. Il fabbisogno animale è ovviamente diverso da quello umano, ed in generale frutta e verdura non dovrebbero costituire più del 15% circa della dieta del cane. Se le crocchette (o le porzioni umide) che il nostro animale consuma abitualmente non contengono gli elementi vegetali necessari, allora dobbiamo integrare noi la sua dieta.

Verdura utile per il cane

Le verdure che possiamo somministrare al cane sono diverse. In generale è bene ricordarsi di lavarle accuratamente e tagliarle in maniera adeguata, dato che la masticazione del cane è diversa dalla nostra. Eventuali noccioli o parti troppo fibrose vanno scartate.

Ad esclusione delle patate, che vanno servite al cane esclusivamente ben bollite ed in quantità moderatissime, in genere le verdure al cane possono essere date crude.

In alternativa, possiamo frullarle ed aggiungerle alle abituali porzioni nella ciotola: in questo modo il cane non potrà scartarle, e saremo sicuri che abbia assunto la giusta quantità di fibre. Vediamo alcune delle verdure che, con poche precauzioni, possiamo tranquillamente servire al nostro amico a quattro zampe.

  • Verdure a foglia verde. Spinaci, insalata, bietole. Lavate e tagliate a piccoli pezzi per evitare che si attacchino in gola, sono fonte di moltissime fibre e vitamine, e aiutano il transito intestinale. Vanno somministrate a piccole dosi, poiché contengono acido ossalico che contribuisce a fissare il calcio, per cui meglio evitarle se il nostro cane soffre di calcoli renali.
  • Zucchine, cetrioli, fagiolini. Hanno proprietà depurative ed antiossidanti e sono ottime da servire spezzettate nella ciotola.
  • Carote. Facili da sgranocchiare, ben pulite e crude possono essere usate anche come premio: piene di vitamine e con una funzione purificatrice per l’intestino. Grazie alla sua consistenza, anche per l‘igiene orale le carote sono un toccasana. Contengono però un‘elevata percentuale di zuccheri, per cui il loro consumo deve essere relativamente moderato.
  • Zucca. Come la patata, meglio lessarla, spezzettarla e pulirla bene da buccia e semi. Può aiutare a combattere problemi intestinali e generalmente è piuttosto gradita dai cani.

Frutta

Anche la frutta come la verdura ha moltissime proprietà utili non solo a noi ma anche ai nostri amici cani. La frutta poi è più semplice da servire agli animali, dato che al contrario della verdura ha meno controindicazioni, e la maggior parte dei frutti più comuni possono tranquillamente essere mangiati anche dal cane. Importante però ricordarsi sempre di sbucciare attentamente la frutta, e servirla senza semi o noccioli, che potrebbero facilmente strozzare il cane. Per l’elevato contenuto di acqua poi la frutta è ottima come dissetante nei mesi estivi, per reintegrare i liquidi persi dopo una sessione di giochi al parco! Attenzione però al contenuto di zuccheri, con i quali non bisogna esagerare.

  • Mele e pere. Ottimi come snack, da servire tagliate e sbucciate.
  • Frutti rossi. Mirtilli e fragole contengono moltissimi antiossidanti, sono quindi ottimi alleati contro l’invecchiamento precoce. I mirtilli vanno denocciolati prima di essere dati al cane.
  • Banana. In quantità moderate può essere usata per combattere la stitichezza. Dopo la prima somministrazione, meglio prestare attenzione che il frutto non provochi nel cane l’effetto opposto… in questo caso, non si tratta del frutto più adatto al nostro amico.
  • Pesche e albicocche. Sbucciate e senza nocciolo, sono una importante fonte di ferro che può favorire il benessere del nostro animale. Poiché hanno un elevato contenuto di acqua, sono dolci alleati anche contro l’obesità.
  • Anguria e melone. Attenzione ai semini, soprattutto nell’anguria! Fresche e acquose, queste meraviglie della natura sono fonti di vitamine ed altamente rinfrescanti nella stagione estiva.

Da evitare per i cani

Sebbene come abbiamo detto la maggior parte dei frutti siano commestibili e spesso benefici per il cane, ce ne sono alcuni che possono invece gravemente nuocergli. Proibitissimi uva ed avocado, così come gli agrumi e la frutta secca in generale. Per quanto riguarda la verdura invece sono tossici aglio, cipolla e porri; velenose le patate crude (ma commestibili se lessate) e le melanzane. Proibiti inoltre i pomodori ancora acerbi (devono essere ben maturi e comunque in piccolissime quantità).

Per concludere

Insomma, frutta e verdura fanno bene non solo a noi, ma anche ai nostri amici. Prima di somministrarle al nostro animale, è bene controllare l’etichetta dei prodotti che mettiamo normalmente nella loro ciotola, per verificare che l’apporto di fibre vegetali non superi mai le dosi consigliate del 10 – 15 %.

In caso di dieta casalinga, di particolari patologie soprattutto a carico dell’intestino o dei reni, o per chiedere consiglio, è bene rivolgersi al veterinario o ad un nutrizionista per animali, che saprà darci tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno.