Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Allergia ai pollini nel cane: sintomi, prevenzione e cura

Allergia ai pollini nel cane: sintomi, prevenzione e cura

Proprio come le persone, anche i cani possono soffrire di allergia ai pollini. Invece di inalare gli allergeni però, gli animali li accumulano sulla cute tramite contatto, e finiscono poi per ingerirli.

L’allergia ai pollini insorge nei primi anni di vita del cane, e le razze maggiormente colpite dagli effetti del polline sono i Bulldog Francesi, i Bulldog inglesi, i Labrador Retriver, i Golden Retriver, gli Schnauzer.

Sintomi dell’allergia

Non è facile riconoscere l’allergia ai pollini nel cane, poiché i relativi sintomi sono abbastanza generici e potrebbero indicare altre problematiche. Vediamo alcuni dei più frequenti:

  • Starnuti e tosse
  • Arrossamento del muso, delle orecchie e della pelle in diverse zone, con sporadica comparsa di eruzioni cutanee
  • Prurito con conseguenti ferite alla pelle dovute al grattarsi
  • Occhi rossi e gonfi con sintomi simili alla congiuntivite
  • A volte può comparire anche diarrea

Prevenzione e cure all’allergia da polline

Un cane allergico al polline nella maggior parte dei casi non guarirà mai del tutto, ma con delle semplici misure possiamo ridurre il suo disagio.

Innanzitutto dobbiamo evitare di portarlo in zone boschive, dove la concentrazione di pollini è molto più alta rispetto alle città. Mentre siamo a passeggio, se il cane dovesse avvicinarsi a piante o arbusti, è bene impedirgli di annusarli.

Al ritorno dalle camminate è buona regola pulirgli le zampe con un panno umido, così da eliminare eventuali residui di polline.

Anche spazzolarlo giornalmente aiuta a rimuovere eventuali tracce di allergeni che potrebbero depositarsi sul pelo.

Medicinali e farmaci antiallergici

Oltre ai medicinali a base di cortisone che il veterinario potrebbe prescrivere, ci sono altre sostanze che riducono l’effetto dell’allergene sul cane. Ad esempio la vitamina E e gli acidi grassi omega 3 e 6 migliorano notevolmente lo stato dell’infiammazione, mentre il ribes nero è efficace contro le allergie che colpiscono la pelle.

È possibile che un’allergia non correttamente trattata porti a uno shock anafilattico, dunque è consigliato consultare tempestivamente il veterinario per capire come prendersi cura del nostro amico a quattro zampe.

Leggi il nostro articolo sulle altre allergie nei gatti.