Cane Boerboel

Nome ufficiale:

South African Mastiff, South African Boerboel

Introduzione / Storia / Curiosità:

È il 6 aprile 1652 quando la spedizione olandese guidata da Jan van Riebeeck sbarca con tre delle sue navi nell’Africa meridionale, dove sorgerà Città del Capo. Si narra che fu proprio lui, il fondatore della capitale Sudafricana, a importare un Bullenbijter, un mastino forte e coraggioso, dando così inizio a un ceppo che porterà alla selezione in Sudafrica dell’attuale Boerboel. Cani di tipo mastino erano infatti posti a protezione delle tenute agricole dei coloni prima, e in un secondo tempo come guardiani delle miniere diamantifere. Il nome è composto dal termine “boel”, il cui suono ricorda la parola olandese “toro”, e il termine “boer” della lingua Afrikaans (un idioma sviluppatosi dall’olandese in seguito alle contaminazioni con le lingue locali e quelle parlate dagli altri coloni) che significa “contadino, fattore”. Oggi un club sudafricano cerca di far riconoscere questo cane dalle principali associazioni internazionali, promuovendolo il tutto il mondo. In Danimarca è vietato perché considerato pericoloso.

Aspetto / Fisico:

È un cane imponente e muscoloso. La testa è quadrata, larga e corta, con guance piene. La maschera nera può essere o meno presente. Il tartufo è nero e gli occhi sono scuri. Le orecchie hanno attaccatura larga e sono triangolari. La fronte, quando il cane è attento, appare corrugata. Il collo è molto muscoloso, così il come il dorso, dritto. Le zampe anteriori sono più lunghe di quelle posteriori e la coda è corta e spessa, tenuta alta.

Mantello / Colore:

Il pelo è corto e fitto. Può essere color crema, fulvo, marrone o tigrato.


Carattere:

È un cane fedele e pieno di energie. Verso il suo nucleo famigliare è protettivo e amorevole, pronto a difenderlo sino alla morte. Buon guardiano, è gentile coi bambini e accetta gli animali che ritiene parte del suo branco. Ha un’indole timida e diffidente verso gli estranei: vista la sua mole e il suo istinto fortemente protettivo è necessario socializzarlo molto sin da cucciolo, in modo che non diventi aggressivo.

Alimentazione:

Nessuna raccomandazione particolare

Cure:

È sufficiente una spazzolatura a settimana e un bagno ogni tanto.

Adatto/consigliato a:

Non è adatto allo spazio angusto di un piccolo appartamento: la sua mole imperiosa e la sua grande energia richiedono spazio ed esercizio tutti i giorni. Non per questo andrà però relegato in solitudine: molti proprietari hanno trovato soluzioni di compromesso per tenerli anche in casa. Polso fermo e socialità sono indispensabili perché il suo temperamento sia equilibrato: meglio adottarlo se avete già una certa esperienza o avete voglia eventualmente di farvi guidare da un addestratore.

Dimensioni:

Peso maschio: da 70.0 Kg a 90.0 Kg
Peso femmina: da 70.0 kg a 90.0 Kg

Caratteristiche:



D'accordo con gatti?:
D'accordo con cani?: